Pubblicato il

Caso Facebook, come salvaguardare la nostra privacy sul social

facebook software privacy

Facebook in questi giorni è travolto nello scandalo e la domanda che sorge spontanea ai milioni di utenti è una sola: Facebook difende e tutela sul serio la privacy dei suoi iscritti? Il dubbio sorge visto e considerato lo stratagemma all’apparenza “semplice” utilizzato dalla Cambridge Analityca. L’agenzia americana è entrata in possesso dei dati sensibili di oltre 50 milioni di utenti, violandone di fatto la privacy.

La Cambidge Analityca è riuscita ad ottenere questi dati Facebook grazie allo psicologo dell’Università di Cambirdge Aleksandr Kogan. Nel 2014, sfruttando un software sviluppato su Facebook, è riuscito a collezionare tutti questi dati. Il software applicativo non era altro che un test che permetteva agli utenti di scoprire il proprio profilo psicologico. Per crearlo però, il software richiedeva l’accesso a molti dati personali che ingenuamente sono stati concessi da più di 200mila utenti. Ciò ha permesso allo psicologo americano di creare un database con i dati di oltre 50 milioni di elettori americani. L’agenzia è accusata di avere avuto un ruolo fondamentale nella vittoria della Brexit e nell’elezione di Trump a presidente degli U.S.A.

Com’è dunque possibile difendere la propria privacy su Facebook?

Il social network offre di per se una serie di sistemi a tutela della privacy degli utenti. Bisogna in primis considerare l’idea che ormai quasi tutte le applicazioni e i siti permettono di effettuare l’accesso tramite il nostro profilo social, facendo ciò “regaliamo” automaticamente parte dei nostri dati a siti esterni. Per controllare a quali applicazioni abbiamo dato il “libero” accesso basta accedere alle impostazioni dell’account. Nelle sezione riservata alla privacy si consiglia di limitare o disabilitare del tutto la parte riservata alla pubblicità, con la quale il social ci mostra gli annunci più attinenti ai nostri interessi. Bisognerebbe inoltre disabilitare i servizi di localizzazione. Facendo ciò limitiamo per quanto possibile l’accesso ai nostri dati tutelando in parte la nostra privacy.

Software per la sicurezza dei nostri smartphone e pc

Esistono in commercio software applicativi sia per smartphone che per PC in grado di aiutarci a tutelare la nostra privacy. Questi software monitorano le applicazioni presenti sui dispositivi, effettuano un backup di tutti i siti visitati e dei download. Utili per la sicurezza dei minori oltre che per una vera e propria sicurezza personale.

Per il sistema operativo windows Il nostro keylogger software consente di controllare un pc in maniera nascosta dopo aver installato il programma sul pc. Il software vi farà visualizzare tutto ciò che si sta digitando sul pc da remoto, chat di WhatsApp e Facebook, quali siti web sono stati visitati e parole digitate sulla tastiera. Per gli smartphone android Il nostro software senza root inizierà da subito a catturare tutte le funzioni trasferendole su un pannello di controllo al quale voi potrete accedere in ogni momento da un altro cellulare o tablet o PC con nome utente e password per consultare i report, ascoltare chiamate registrate, video, foto, chat e messaggi vocali e tutte le funzioni indicate.

Per saperne di più sui nostri sistemi di monitoraggio visitate i nostri siti web spyproject.com e disavio.it

Pubblicato il

Controllare abitazioni e uffici in totale discrezione, ecco come…

Controllare

Controllare le abitazioni e gli uffici in totale discrezione, ovunque vi troviate nel mondo. Grazie alle sempre più piccole dimensioni delle telecamere e dei registratori, questi si possono trovare occultati davvero in qualsiasi oggetto di comune utilizzo in casa o in ufficio.

Libri, custodie dvd e videocassette, quadri, presa elettrica, sensori movimento di allarme o sensori antifumo. Le telecamere nascoste all’interno degli oggetti sopra menzionati, sono dotate un sistema digitale di registrazione professionale. Sensore a colori ed alta risoluzione video. Le micro telecamere sono inoltre dotate di microfono per registrazione audio ambientale e di registratore dvr professionale che memorizza il tutto in una micro sd card estraibile. Tutti i file acquisiti sono e rivedibili su un qualsiasi pc con un riproduttore del tipo windows media player oppure vlc.

 

Come funzionano questi dispositivi

Il funzionamento dei dispositivo con microregistratore audio video è semplice ed intuitivo anche per personale non esperto. Basta inserire una sim all’interno e chiamarla da un qualsiasi cellulare preventivamente sincronizzato alla telecamera stessa per controllare da remoto audio e video ambientale oltre che registrare. Il controllo della microspia gsm con microregistratore è totalmente effettuabile da remoto con dei comandi da inviare per sms. L’autonomia di questi dispositivi varia da 4 giorni a 15 giorni accesa in posizione di stand-by, e da 60 min a 6 ore in ascolto. Possibilità di autonomia illimitata se connessa alla rete elettrica.

Per ulteriori chiarimenti su questi dispositivi chiami il numero sopra indicato oppure compili senza impegno il modulo informazioni presente nella sessione contattaci.

Pubblicato il

Ascoltare a distanza con microfono direttivo

ascoltare

Ascoltare una conversazione a distanza. Quante volte ci siamo trovati a vedere persone di nostra conoscenza conversare a distanza da noi e di potere senza essere notati, ascoltare ciò che quelle persone si stanno dicendo. La tecnologia viene in nostro aiuto in queste situazioni con i microfoni direzionali. Ascoltare a distanza le conversazioni dei vostri vicini, colleghi o per avere le prove di infedeltà coniugale. Tutto questo non sarà più un’impresa impossibile. Mediante l’utilizzo di questi dispositivi per l’ascolto a distanza sarete in grado di potere sentire conversazioni anche a distanze di uno o più km.

Questi dispositivi sono dotati di una parabola. La quale concentra tutti i suoni captati sul sensibile microfono rendendovi un audio ad altissima qualità. Basta puntare il microfono nella direzione dei conversanti e attivare il dispositivo. Durante l’utilizzo di queste apparecchiature bisognerà sempre tener conto di alcuni fattori che possono influire sulla qualità del suono quali:  vento, morfologia ambientale, direzione dell’interlocutore e tono della voce.

Quale dispositivo acquistare?

Tra le centinaia di prodotti messi in vendita online, noi vi segnaliamo uno dei più attuali, tecnologici e potenti microfoni direzionali al momento in commercio. Il microfono direttivo parabolico professionale che trovate sui nostri siti spyproject.com e disavio.it.

Per avere informazioni su questo dispositivo professionale non esitate a contattare i nostri consulenti, i quali sapranno indicarvi il prodotto più adatto alle vostre esigenze. Visitate i nostri siti e visionate i nostri cataloghi.

Pubblicato il

Come ascoltare audio a distanza?

ascoltare distanza

Come ascoltare audio a distanza? Questa domanda ci viene posta da molti clienti che per necessità lavorative o per sicurezza personale, chiedono un prodotto che sia in grado di rispondere a questa richiesta.

Un valido dispositivo che vi permetta di effettuare questa operazione per sentire le conversazioni tra due o più persone è il microfono direzionale. Le apparecchiature di questa tipologia sono grado di sfruttare l’asse di provenienza del suono. Permettono di ascoltare a distanza e hanno la capacità selettiva (direttività) di amplificare tali suoni. La precisione acustica dei riflettori che sono progettati per soddisfare e superare le aspettative degli utenti più esigenti: forze dell’ordinemilitarivigili del fuocoinvestigatori privati.

Come utilizzare un microfono direzionale

I microfoni direzionali sono dispositivi semplici nell’utilizzo. Come appunto dice il nome stesso, basta direzionare il dispositivo verso l’audio che si vuole ascoltare a distanza. Questi dispositivi sono dotati di cuffie per l’ascolto e vengono solitamente collegati ad un registratore. Questo permette, oltre che ascoltare anche di registrare e archiviare l’audio.

Che dispositivo acquistare

Un valido dispositivo presente nel nostro catalogo è l’articolo 151. L’articolo in questione è un microfono direzionale professionale in grado di intercettare e ascoltare a distanze elevate conversazioni audio o suoni ambientali. Il microfono direzionale in questione è compreso di una parabola di 30 cm che fa in modo di convogliare e convergere su di uno speciale microfono tutto l’audio intercettato percepito nell’ambiente circostante amplificandolo fino a 50 volte.

Visitate i nostri siti per avere ulteriori informazioni su questo e altri dispositivi. Non esitate a contattarci al numero indicato in alto o all’indirizzo mail info@spyproject.com

Pubblicato il

Chiuso un negozio di Dark Web, software di controllo contro le truffe

web

Il web, o per meglio dire il Dark Web, la parte “nera” e subdola di internet ha subito un duro colpo. Grazie alla collaborazione tra la statunitense Homeland Security Investigation e la Polizia Postale italiana hanno arrestato in 16 paesi 13 persone, mettendo fine ad un traffico che andava avanti dal 2010. Il sito in questione è Infraud, un vero e proprio punto di riferimento per cybercriminali di tutto il mondo. L’organizzazione riusciva a sottrarre codici bancari. Successivamente ne gestiva la compravendita di carte clonate, codici di accesso per l’home banking, dati personali e così via. Anche un italiano risultava tra i più di 10mila iscritti.

Come contrastare le truffe sul web

webEsistono però dei software che permettono di navigare in maniera sicura su internet e poter monitorare ogni movimento effettuato dal pc. Come il nostro software spia Keylogger per il sistema operativo windows.
Il software spia per computer pc windows protegge chi utilizza il computer da qualsiasi brutta situazione. Il nostro keylogger software spia consente di controllare un pc in maniera nascosta. Il software vi farà visualizzare tutto ciò che si sta digitando sul pc da remoto, chat di WhatsApp e Facebook, quali siti web sono stati visitati e le parole digitate sulla tastiera.

Per informazioni sul software o su altri prodotti del nostro sito chiamate il numero sopra indicato, visitate i nostri siti spyproject.com e disavio.it o mandate una mail a info@spyproject.com

Pubblicato il

Registrare audio di nascosto, ecco come fare

registrare

Registrare conversazioni in maniera occultata, oggi si può. Conferenze, interviste, colloqui di lavoro o in qualsiasi occasione si necessiti di dover registrare una conversazione in maniera occultata. Sono ormai centinaia i prodotti sul mercato che permettono di fare questo. Per fare ciò, i dispositivi offrono funzionalità differenti. I microregistratori possono essere occultati in un qualsiasi oggetto comune, più l’oggetto è comune, meno risulterà sospettabile che all’interno vi sia un dispositivo di registrazione. Noi di spyproject.com e disavio.it vi offriamo una vasta gamma di prodotti per la registrazione occultata.

Dispositivi per registrare

Tra i tanti prodotti da noi commercializzati in questo articolo vi presentiamo uno dei più recenti e tecnologici. Il dispositivo per registrare audio è occultato in una comunissima pen-drive usb. Semplicissima attivazione della registrazione attraverso un tasto in modalità vox, il dispositivo registra solo in presenza di audio. Grazie a questa funzione la durata della batteria è ottimizzata così come la memoria interna al dispositivo. Il microregistratore salverà in automatico le conversazioni. Per ascoltare i file audio basterà connettere il dispositivo al pc e scaricare i dati in memoria che potranno essere riprodotti come un normalissimo file audio.

Pubblicato il

Microtelecamere occultate utilizzate per esami di stato?

Microtelecamere 4G LTE 5G

Microtelecamere occultate utilizzate durante gli esami di stato? Questa domanda aleggia tra professori e commissari in questi giorni in tutte le aule degli istituti italiani. Mezzo milione di ragazzi italiani sono impegnati da ieri nello svolgimento degli esami di Stato. Molti ragazzi ricorreranno ai classici metodi per “aiutarsi” e tentare di copiare. Cartucciere, fogli nascosti, doppi cellulari e aiuti di ogni sorta, anche se attualmente sul mercato sono disponibili dispositivi di alta tecnologia come le microtelecamere. Queste ultime sono facilmente occultabili, grazie alle loro dimensioni ridotte si presentano come uno dei metodi più efficaci. Ricordiamo comunque che l’utilizzo di questi dispositivi per svolgere esami, quiz, concorsi e test universitari è illegale e rischioso.

Microtelecamere, come funzionano?

Le microtelecamere attualmente in commercio sono centinaia, facilmente occultabili addosso o su oggetti di ogni tipo. Questi dispositivi nascono principalmente per scopi professionali, come ad esempio il giornalismo investigativo, vedasi Iene o Striscia la Notizia, o per motivi di sicurezza da parte di forze dell’ordine o bodyguard. Data la loro diffusione sul mercato però queste telecamere sono sempre più spesso utilizzate nello svolgimento di esami, quiz e concorsi.

È una micro telecamera di ultima generazione che consente di inviare in diretta, un video ripreso con risoluzione HD, consente invio di foto ad alta risoluzione 5Mp, il video o le foto inviate al pc remoto saranno nitide e eventuali particolari chiari e leggibili. La micro telecamera nascosta invia il video e foto in diretta grazie alla sim card e al suo speciale AP 3G/4G/LTE compreso nel kit.

Può essere nascosta in un obiettivo a bottone, cravatta, cinturino orologio, marsupio e oggetti di varia natura. Il funzionamento della micro telecamera nascosta è semplice. Basterà attivare il modulo ed essa invia il video o le foto HD riprese a distanza illimitata ad un pc connesso a internet. La micro telecamera nascosta consente di effettuare operazioni di registrazione su motion detect, zoom, ecc.

Per eventuali chiarimenti in merito a micro telecamera invia video remoto  ci contatti chiamando il numero sopra indicato oppure scriva una mail a info@spyproject.com o inviando un modulo per contatti

 

 

 

Pubblicato il

Telecamere occultate contro i “furbetti del cartellino”

telecamere sorveglianza

Le telecamere occultate sono state e sono lo strumento più utile alle forze dell’ordine per scovare i famosi “furbetti del cartellino”. Roma, Firenze, Milano, Sanremo, Napoli, Palermo e moltissime altre città e paesi italiani sono coinvolti in queste situazioni che la cronaca definisce ormai di scandalo.

Asp, aziende e uffici di ogni tipo sono dovuti correre ai ripari per combattere questo fenomeno. Sono in molti i denunciati e sono in corso decine di indagini in tutta Italia. Le forze dell’ordine e non solo si avvalgono della tecnologia di dispositivi occultati per tenere sotto controllo i dipendenti. Riuscendo così a combattere un fenomeno in continua espansione.

Telecamere e come funzionano

Questi dispositivi inviano grazie alla connessione internet di cui sono dotate, le immagini in diretta ad un pc a loro collegato. Grazie anche alla memoria espandibile sono in grado di archiviare grandi quantità di dati. Ne esistono in commercio a centinaia anche per uso privato. Quella che noi vi proponiamo è una telecamera occultata con una risoluzione di 5 mega pixel e il grandangolo. Il dispositivo può essere facilmente occultato all’interno di una stanza. Dotato anche di una batteria a lunga durata, vi permetterà un utilizzo semplice e sicuro.

Per ulteriori informazioni a riguardo visitate il sito spyproject.com. I nostri consulenti sono a vostra disposizione telefonicamente e per email.

Pubblicato il

Tradimento “pubblico” uomo tappezza la città di foto con moglie e amante

Come è solito dire la vendetta è un piatto da servire freddo. Il protagonista di questa storia è un marito che da tempo sospettava il tradimento. Un uomo di Torre Annunziata che aveva iniziato a spiare i social della moglie e controllarne gli spostamenti. Dopo un po’ di tempo i sospetti si sono rivelati fondati ed è iniziata la vendetta nei confronti della moglie. Quest’ultima aveva intrapreso una relazione clandestina perché insoddisfatta del rapporto con il marito. In particolare aveva approfondito la conoscenza con un collega del lavoro. Alcune indiscrezioni suggerirebbero che i due uomini si conoscessero personalmente anche prima della vicenda.

Tradimento e vendetta!

Questo particolare avrebbe ulteriormente alimentato il desiderio di vendetta dell’uomo tradito. Il primo passo di questo “piano” prevedeva di evitare litigi e scenate e fare finta di niente. Successivamente era necessario cogliere i due in flagrante. Questo si è tradotto nel sistemare una microcamera grazie alla quale i protagonisti sono stati fotografati. Reperita la prova del tradimento l’uomo ha portato la foto in una copisteria e l’ha fatta stampare su manifesti. La notte,lontano da sguardi indiscreti, ha tappezzato la città con i volantini ritraenti la moglie e l’amante. Nel giro di poche ore gli “amanti di Torre Annunziata” sono diventati oggetto di pettegolezzi dei cittadini. La moglie, molto infastidita dalla situazione che si è venuta a creare, ha reagito denunciando il marito. Quest’ultima non voleva rendere pubbliche le “corna” e gestire privatamente la faccenda.

 

Fatti molto simili si erano verificati pochi giorni prima, come nel caso di Eboli, in provincia di Salerno. In questo caso ad esempio la situazione era come la precedente, ma a parti invertite. Un altro caso ha avuto come protagonista un commerciante di Bari. La moglie lo aveva scoperto e si era vendicata pubblicando il video del tradimento su Facebook, scatenando l’ira del coniuge.