Pubblicato il

Chiuso un negozio di Dark Web, software di controllo contro le truffe

web

Il web, o per meglio dire il Dark Web, la parte “nera” e subdola di internet ha subito un duro colpo. Grazie alla collaborazione tra la statunitense Homeland Security Investigation e la Polizia Postale italiana hanno arrestato in 16 paesi 13 persone, mettendo fine ad un traffico che andava avanti dal 2010. Il sito in questione è Infraud, un vero e proprio punto di riferimento per cybercriminali di tutto il mondo. L’organizzazione riusciva a sottrarre codici bancari. Successivamente ne gestiva la compravendita di carte clonate, codici di accesso per l’home banking, dati personali e così via. Anche un italiano risultava tra i più di 10mila iscritti.

Come contrastare le truffe sul web

webEsistono però dei software che permettono di navigare in maniera sicura su internet e poter monitorare ogni movimento effettuato dal pc. Come il nostro software spia Keylogger per il sistema operativo windows.
Il software spia per computer pc windows protegge chi utilizza il computer da qualsiasi brutta situazione. Il nostro keylogger software spia consente di controllare un pc in maniera nascosta. Il software vi farà visualizzare tutto ciò che si sta digitando sul pc da remoto, chat di WhatsApp e Facebook, quali siti web sono stati visitati e le parole digitate sulla tastiera.

Per informazioni sul software o su altri prodotti del nostro sito chiamate il numero sopra indicato, visitate i nostri siti spyproject.com e disavio.it o mandate una mail a info@spyproject.com

Pubblicato il

TRADIMENTIconiugali perchè come quando si tradisce?

infedelta-tradimento-cornaTradimenti coniugali

Perchè quando come con chi si tradisce?

Percentuale dei tradimenti coniugali. Chi tradisce? Perchè si tradisce? Con chi si tradisce? Quanto tempo dura una tresca con l’amante tutto in un articolo. Un recente studio dell’Associazione avvocati matrimonialisti ha rivelato che l’età media dei partner infedeli è di 44 anni. I più inclini ai tradimenti coniugali sono i maschi vicini ai 50 anni. Ovviamente l’85% dei tradimenti coniugali avviene con il coniuge di un altra persona uomo o donna che sia. Tradimenti coniugali perchè si tradisce il partner? ecco alcuni motivi del tradimento coniugale:

 

  • Problemi di coppia verso il partner
  • il partner no riceve le attenzioni che lui/lei vorrebbe
  • insoddisfazione a livello di emozioni, sessuale, incompatibilità di carattere, assenza di comunicazione fra partner causano la maggior parte dei tradimenti coniugali
  • rapporto “appiattito dal tempo
  • Dare per  scontata la presenza dell’altro
  • Punire il partner per qualche carenza
  • essere attratti da qualcosa di proibito

Nel contesto specifico del tradimenti coniugali l’Italia si trova in linea. Anche gli altri Paesi europei sono inclini al tradimento. In Italia le città in testa alla “classifica di infedeltà conigale” sono Milano e Roma. Causa tecnologica dei tradimenti coniugali è il consolidamento di Facebook e social network simili. Da questo studio emergono anche diversi particolari sulle abitudini dei “traditori seriali”. I furbetti del tradimento sono il 55% da uomini e il  45% da donne. Dove si tradisce maggiormente? Circa 6 casi su 10 trovano l’amante sul luogo del lavoro nella pausa pranzo, molto spesso a cadenza regolare e più raramente in modo occasionale. Un altro curioso fattore è che nel 50% dei casi le “corna” sono addirittura tollerate, soprattutto dagli uomini, che davanti alla tastiera del computer utilizzano le chat dei siti pro relazioni extraconiugali e dei social network come facebook.

 

Pubblicato il

Controllare il cellulare del partner puo costare caro Marito condannato per rapina

spia cellulare

Strappa di mano con violenza il cellulare della moglie per controllare i messaggi sms e la lista delle chiamate: condannato a un anno e sei mesi per rapina, oltre che per lo stalking durato mesi.




Continua a leggere Controllare il cellulare del partner puo costare caro Marito condannato per rapina

Pubblicato il

Impadronirsi del cellulare del partner e Leggere gli sms a caccia di prove di tradimento o delle tracce di altri rapporti fa scattare come ha stabilito oggi la Cassazione la condanna per rapina

spyphone

Un giovane di Barletta è stato condannato dalla SupremaCorte per aver sottratto il cellulare alla ex ragazza per leggere i messaggi e verificare la fedeltà della fidanzata. Lo ha deciso la Cassazione che ha stabilito che si tratta di un delitto di rapina. Pasquale C., un 24enne pugliese, dopo l’ennesima lite con la fidanzata, l’ha strattonata ed è entrato in casa per rubarle il telefonino e spiare i suoi sms.

Continua a leggere Impadronirsi del cellulare del partner e Leggere gli sms a caccia di prove di tradimento o delle tracce di altri rapporti fa scattare come ha stabilito oggi la Cassazione la condanna per rapina

Pubblicato il

MOGLIE NON SI SPIA NEANCHE PER RACCOGLIERE PROVA DEL TRADIMENTO SENTENZA CASSAZIONE

La moglie non si deve mai spiare, nemmeno se questo serve per raccogliere le prove del tradimento della consorte utili alla causa di separazione. Lo sottolinea la Corte di Cassazione che ha accolto, ai soli fini civili, il ricorso di Giuliana G., in via di separazione dal marito Francesco C., che veniva pedinata ”continuamente anche in ore notturne dal marito, persino nei momenti in cui i figli stavano con lui”. La moglie aveva cosi’ denunciato il marito per molestie ma la Corte d’appello di Bologna, in riforma della sentenza di primo grado, nel marzo del 2006 assolveva l’uomo ”perche’ il fatto non sussiste”, anzi sottolineando che lo aveva fatto per ”assicurare la cura dei figli minorenni”.




Continua a leggere MOGLIE NON SI SPIA NEANCHE PER RACCOGLIERE PROVA DEL TRADIMENTO SENTENZA CASSAZIONE

Pubblicato il Lascia un commento

La ex moglie, che tradiva il marito durante il matrimonio, dopo la separazione può vivere con il suo nuovo compagno nella casa di proprietà esclusiva del suo ex marito

infedeltà coniugale

Cassazione L’ex moglie può convivere con l’amante in casa del marito: non si può impedirglielo. Ciò costituirebbe una illegittima restrizione della sua libertà personale La ex moglie, che tradiva il marito durante il matrimonio, dopo la separazione può vivere con il suo nuovo compagno nella casa di proprietà esclusiva del suo ex marito quando l’abitazione le sia stata assegnata in quanto i figli minorenni sono stati a lei affidati.Lo sottolinea la Cassazione con la sentenza 23786. Con questa decisione la Suprema Corte ha respinto il ricorso di Donato P. contro la decisione della Corte di appello di Taranto che aveva stabilito che «non potesse essere imposto, alla sua ex moglie, di non convivere con il suo attuale compagno nell’abitazione assegnatale perché si verificherebbe una illegittima restrizione della sua libertà personale».




Continua a leggere La ex moglie, che tradiva il marito durante il matrimonio, dopo la separazione può vivere con il suo nuovo compagno nella casa di proprietà esclusiva del suo ex marito