Pubblicato il

Tradimento della moglie con un venditore di aspirapolvere

Come narrava un tempo Boccaccio la “carne” e certe “pecorelle” desiderano solo finire tra le braccia del tenebroso “cacciatore”. Quanto segue però non è una novella del celebre “Decamerone”, bensì una storia realmente accaduta. La vicenda si svolge in provincia di Trapani, dove un uomo al ritorno dal lavoro ha scoperto il tradimento. La moglie era insieme ad un 50enne venditore porta  a porta di aspirapolvere.

Quest’ultimo è stato subito vittima dell’ira del marito, che lo ha ripetutamente colpito a bastonate. A seguito delle ferite riportate si è recato in ospedale dove gli sono stati applicati 10 punti di sutura. Dopo un’ulteriore verifica mediante Tac sono stati escluse lesioni interne ed è stata stabilita una prognosi di 10 giorni. Per  privacy l’identità delle persone coinvolte rimane nascosta, ma stando alle voci di paese non era il primo  tradimento. Secondo alcuni infatti qualche tempo prima si era verificato un episodio simile a parti invertite.

I fatti del tradimento

Dalla ricostruzione della televisione locale la faccenda sarebbe successa nella frazione trapanese di Pietretagliate nel tardo pomeriggio. L’aggressore, un operaio di 45 anni dopo una furiosa discussione avrebbe ripetutamente percosso l’amante della moglie fedifraga. Passato il momento di rabbia l’uomo si sarebbe successivamente recato in commissariato per raccontare l’accaduto. I carabinieri, vista anche la scarsa prognosi della vittima,non hanno emesso nessun tipo di provvedimento.

La donna avrebbe inoltre raccontato che l’uomo durante gli anni si sarebbe reso ripetutamente protagonista di episodi di violenza. Uno dei primi casi probabilmente è stato durante la scoperta del tradimento con la sua amante qualche anno prima. Dopo essersi accorta di comportamenti insoliti la donna aveva scoperto sul telefono del marito numerosi sms e chiamate. Molto probabilmente quindi con il passare del tempo quest’ultima avrebbe meditato la sua personale vendetta nei confronti del marito. Sebbene nei confronti dell’uomo non sia stato emesso nessun provvedimento, quest’ultimo resta passibile di denuncia da parte della vittima di aggressione.

Per togliervi ogni dubbio ed evitare spiacevoli situazioni consultate il nostro sito spyproject.com. I nostri consulenti sono sempre online per darvi tutte le informazioni necessarie sui prodotti.

 

Pubblicato il

Moglie tradita denuncia un bordello nascosto

La denuncia di una moglie tradita ha avviato le indagini del caso in provincia di Pescara. La donna disperata dalle somme spese dal marito nel centro massaggi cinese ha deciso quindi di farsi avanti. Il centro era aperto 24 su 24 ed offriva prestazioni a prezzi decisamente bassi. Tutto ciò portava ad avere una grande clientela, dai giovani agli anziani, dai liberi professionisti agli operai.

Da fuori sembrava un qualsiasi centro benessere, ma veniva fatto tutto tranne che semplici massaggi. Il luogo in questione era una vera e propria casa chiusa in cui si praticava solo la prostituzione, per un giro d’affari mensile di circa 20000 euro. La struttura è rimasta nell’ombra per tanto tempo soprattutto perché dotata di molte autorizzazioni sanitarie. Dopo una lunga indagine alla fine i proprietari sono stati scoperti ed arrestati ed il loro locale sequestrato.

La denuncia

A portare alla luce la faccenda è stata la squadra mobile di polizia diretta da PierFrancesco Muriana. Tutto è partito dalla denuncia esasperata di una moglie tradita. La donna, sposata da 9 anni e con due figli era stanca dei ripetuti tradimenti e delle spese dal marito. Decisa a farsi valere ha quindi  scritto alla polizia e alle istituzioni denunciando il centro massaggi di via Milano. Quest’ultima è una delle principali vie del centro cittadino, quindi molti sapevano e nessuno parlava. La donna si era accertata dei fatti prima affidandosi ad un investigatore e poi chiedendo ad un parente di verificare personalmente. Successivamente si è attivata la polizia per verificare la veridicità delle dichiarazioni.

In un primo momento sono stati ascoltati i clienti, successivamente sono state effettuate intercettazioni telefoniche ed ambientali. Proprio quest’ultime hanno levato qualsiasi dubbio confermando tutti i sospetti, dando un quadro più delineato. A lavorare all’interno del centro erano ragazze 30enni cinesi con contratto da massaggiatrici, che però si prostituivano quotidianamente. Sopra al salone avevano a disposizione appartamenti dove alloggiare ed incontrare clienti trovati soprattutto con annunci internet.

Pubblicato il

Microspie e cimici: cosa sono e dove nasconderle

Alt microspia gsm

Nell’immaginario comune microspie o cimici vengono sempre pensati come qualcosa di realmente piccolo e totalmente invisibile, ma così non è. Ciò è dovuto sopratutto a film dove spie e agenti segreti posizionano microspie in posti improbabili, il tutto senza mai essere scoperti.

La realtà dei fatti è ben diversa. Le microspie hanno un loro, se pur minimo ingombro, dovuto alla batteria e al trasmettitore, necessario per l’invio dei dati.

Cosa sono le microspie?

Esistono microspie di tipo Softwareapplicazioni installabili su cellulari e smartphone e microspie Hardware come le microspie GSM, le microspie ambientali e le microspie audio/video.

Dove posizionare le microspie?

Innanzitutto bisogna valutare la durata della microspia. Essa dipende dalla trasmissione e dalla batteria di cui è dotata. Più grande è la batteria più lunga sarà la durata della microspia ma anche maggiore il suo ingombro. Il consumo della batteria è dovuto alla trasmissione dei dati in GMS o in radiofrequenza che riducono la durata di essa.

Il giusto compromesso tra dimensioni, batteria e durata è la micropsia microregistratore .
Il microregistratore non trasmette, non comunica in diretta, ma registra e incorpora i suoni salvandoli in memoria. Considerando questi elementi vi sarà più semplice valutare il posizionamento di una microspia in un ambiente.

Le microspie con registratori audio hanno una durata maggiore ma anche per esse bisogna considerare la qualità dell’audio da voler registrare e il possibile ingombro. Microregistratori piccoli sono nascosti anche in penne da ufficio o chiavette USB, ma la loro durata non raggiunge le 24 ore.

Microspie e microregistratori di poco superiori in grandezza possono raggiungere autonomie di 6/7 giorni. Verificare lo spazio che si ha a disposizione e l’accessibilità più o meno facile ad esse è fondamentale.

Al nostro sito spyproject.com troverete microspie e microregistratori adatti ad ogni vostra esigenza. Il nostro personale è a vostra disposizione H24 e 7 giorni su 7.

 

 

Pubblicato il

Rilevatore professionale di microspie e cimici

Rilevatore professionale di microspie

Sul mercato esistono diversi prodotti che prendono il nome di rilevatore professionale di microspie. In realtà sono pochi quelli che possono essere considerati tali. I veri rilevatori di microspie professionali si distinguono dai “fake” per le funzioni avanzate e la tecnologia che offrono. Il rilevatore di microspie professionale nasce per l’utilizzo da parte delle forze dell’ordine ma anche dei privati. I rilevatori di microspie da noi trattati rientrano nella categoria di quelli professionali in quanto captano soltanto le frequenze comuni e più usate dalle microspie gsm. Frequenze che i nostri rilevatori professionali di microspie captano anche quando la microspia si trova in STAND BY. Il rilevatore capta la microspia non soltanto quando essa è in funzione. Avrete dunque sempre la certezza di rilevare ciò che cercate.

Le microspie di ultima generazione

Le microspie di ultima generazione sono cambiate, hanno non soltanto la chiamata in diretta. Sono dotate di uno spazio di archiviazione dati che le permette di inviare il tutto ai server. I rilevatori non professionali non avranno mai e poi mai modo di rilevare una microspia del genere. Tutto ciò a discapito della vostra privacy.

Dove trovare il miglior rilevatore

Per acquistare un prodotto come il rilevatore professionale di microspie è dunque sempre consigliato rivolgersi a siti e negozi specializzati. Professionisti del settore possono garantirvi la massima qualità del prodotto che acquisterete.

Visitando il nostro sito alla sezione Rilevatori Microspie  troverete tutti i nostri prodotti, i prezzi e le info utili a trovare ciò che più possa soddisfare le vostre esigenze. Inoltre visitando il nostro shop online spyproject.com il nostro personale sarà a vostra completa disposizione via chat, email e numero di cellulare attivo H24.  Il rilevatore professionale di microspie e cimici dai noi trattato è unico in Italia. Attualmente non esistono sul mercato rilevatori di pari livello. L’unico modo per dimostrarvi tutto quanto abbiamo su scritto è la prova che potete fare nei nostri uffici di Livorno prendendo appuntamento con i nostri consulenti tramite il sito spyproject.com

Pubblicato il

Rilevatore Microspie telecamere nascoste uso professionale

rilevatore di microspie e telecamere nascoste
rilevatore di microspie e telecamere nascoste

Rilevatore Microspie uso professionale

Il Rilevatore Microspie uso professionale è un rilevatore di cimici per uso professionale, potrà esserer utilizzato anche da privati cittadini per scongiurare l’uso di eventuali microspie o telecamere nascoste che a sono state piazzate a nostra insaputa da un partner geloso, moglie, marito. Il Rilevatore Microspie uso professionale rileva tutte le tipologie di microspie e telecamere wireless esistenti sul marcato da zero a 5 Ghz

Dettagli del Rilevatore Microspie uso professionale

Poiché la tecnologia wireless applicata alle intercettazioni è sempre più utilizzata perchè consente di diminuire le dimensioni delle microspie e ne aumenta l’autonomia in termini di batterie, il Rilevatore Microspie uso professionale, è il dispositivo contro intercettazioni illegali. Il Rilevatore di Microspie per uso professionale è stato progettato per rilevare e localizzare la posizione delle microspie e telecamere nascoste. Il Rilevatore Microspie uso professionale è una combinazione di precisione e tecnologia. Il funzionamento del Rilevatore di Microspie e telecamere nascoste per uso professionale è semplice, dei pulsanti e uno schermo LED lo rendono più facile da usare anche dal personale non addetto ai lavori.

Caratteristiche del Rilevatore Microspie uso professionale

1. Alta sensibilità del segnale wireless.
2. Sei tipi di modalità di lavorocselezionabili. (Silent Mode, Modalità audio, modalità vibrazione, modalità di blocco del cellulare, la modalità acustica, Modalità di sicurezza)
3. Intercettazione di tutte le microspie e telecamere nascoste
4. Portatile e leggero di 140gr.

6. batteria Litio di ultima generazione autonomia 2 ore. 

Specifica tecnica:
Rilevazione di microspie e telecamere nascoste: 20-5000MHz controllo e rilevazione di telecamere wireless nei ristoranti, alberghi, bagni pubblici, piscine, spogliatoi, aziende, fabbriche, cinema o gallerie d’arte, 

Sensibilità rilevatore: -70dBm
Frequenza di disturbo rilevatore: GSM 900 / CDMA 850 / GSM 1800 e 1900/2100 3G
Gamma Interferenza: 10m
Modalità di lavoro: 6 tipi
Dimensioni: 14,0 * 7,5 * 2,7 cm
Peso del rilevatore di microspie: 150g

VAI AL PRODOTTO

Pubblicato il

Privacy e lavoro: se il datore spia i dipendenti tecnologie del controllo a distanza si includono microchip, telecamere, braccialetti gps

spiare dipendenti

Tra le tecnologie del controllo a distanza si includono microchip, telecamere, braccialetti gps, etc. Sul punto la Fiom è irremovibile: Maurizio Landini ha chiarito che il sindacato dei metalmeccanici è intenzionato a “mantenere le norme contrattuali e legislative preesistenti”.

Continua a leggere Privacy e lavoro: se il datore spia i dipendenti tecnologie del controllo a distanza si includono microchip, telecamere, braccialetti gps

Pubblicato il Lascia un commento

Come Spiare un cellulare anche da spento con apposito software spia

spiare cellulare

E possibile che qualcuno spia il mio cellulare anche da spento?

Salve volevo sapere se e possibile spiare un cellulare anche da spento le faccio questa domanda perchè e da un po che penso di essere spiata




Continua a leggere Come Spiare un cellulare anche da spento con apposito software spia

Pubblicato il Lascia un commento

Microspia ambientale alimentata a 220v , occultabile in prese elettriche,e piccoli elettrodomestici. Ricevitore dedicato per l’ascolto e registrazione

microspia ambientale
Microspia ambientale 220v

 

Microspia ambientale alimentata a  220 v( rete elettrica) il dispositivo e composto da due parti , in una e presente il trasmettitore antenna e microfono, nella seconda parte troviamo il riduttore di tensione che da 220 v riduce la tensione a  3,7 v.
La microspia può essere alimentata direttamente dalla rete elettrica o occultata in molteplici oggetti  come prese elettriche, lampade ,radio,  Il dispositivo e consigliato  per il monitoraggio ambientale a breve raggio ( max 400 mt in linea d`aria) per l’ascolto e abbinato il ricevitore multibanda che permette la ricezione dell’ audio in diretta il ricevitore può essere utilizzato per l`ascolto di uno o più trasmettitori  .

 

Guarda il video presentazione del prodotto e il funzionamento.

 

 

 

Continua a leggere Microspia ambientale alimentata a 220v , occultabile in prese elettriche,e piccoli elettrodomestici. Ricevitore dedicato per l’ascolto e registrazione

Pubblicato il Lascia un commento

Scandalo Intercettazzioni Telefoniche…… E’ la volta di Niki Vendola

«Non ti preoccupare di questa cosa! Ti copro io!»: questa è la frase che rischia di mettere nei guai il governatore della Puglia, da oggi indagato dalla procura di Bari per abuso di ufficio. E’ lo stesso Vendola a pronunciare quella frase, tra il settembre del 2008 e l’aprile del 2009, rivolgendosi all’allora direttore generale dell’ASL di Bari Lea Cosentino.

Vendola, secondo la procura, avrebbe fatto pressioni per riaprire i termini del concorso per l’incarico di Direttore medico della Struttura di Chirurgia dell’ospedale San Paolo. IIl presidente della regione puglia  voleva per quell’incarico il dottor Paolo Sardelli. La pressione di Vendola avvenne “senza un fondato motivo di pubblico interesse e sulla base di una motivazione pretestuosa e in sè contraddittoria”.

Nelle intercettazioni  dell’inchiesta spunterebbe anche questa frase attribuita sempre a Vendola        “Quel concorso deve vincerlo Sardelli”

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Abbattuta l’ultima barriera dei costi per le tecnologie investigative professionali

I dispositivi per l’investigazione e per la sorveglianza e sicurezza hanno dei costi che possono superare le migliaia di euro, tali apparecchiature visti i costi erano acquistate per lo più da operatori del settore , e nata quindi l’esigenza di rendere accessibili tali strumenti anche a privati che per svariati motivi necessitano si dispositivi e software per il controllo a distanza da qui la ditta Longino Daniela ha raggiunto un accordo commerciale con una nota società di credito al consumo in modo da rendere possibile il pagamento dei prodotti in piccole rate mensili a tasso zero sia per privati che aziende ed operatori del settore .

microspie a rate
Tecnologie per l'investigazione a rate

 

A titolo di esempio un software
spia per pc per il controllo dei
figli minori su internet al prezzo di 500,00 euro puo essere
pagato in 10 mesi a tasso zero
a 50 euro mese.